fine e inizio

arrivarono come orde affamate. gli occhi iniettati di sangue. le tasche gonfie di denaro sporco. ci chiesero cosa sapevamo fare per decidere di che morte farci morire. fecero della nostra bellezza l’imbottitura di una stupidità così diffusa da non potersi più separare dalla verità. ogni volta che si mostravano avevano la bocca più grande (…è per mangiarti meglio!…). gli occhi spessi e inespressivi dello squalo e la moralità delle feci. quale preghiera e a chi avrebbe potuto ripulire da tanta sporcizia? a chi affidare quello straccio di vita dedicata all’inutilità del senso? lascerò al mondo passato tutto il mio niente e una sporta piena di invettive sparate a salve. metterò la mia indignazione al servizio di un esaurimento nervoso che possa annientarmi. scalerò le montagne piene di maledizioni senza ossigeno. vorrei vedere se, girandomi, a un tratto, ci fosse qualcuno, dietro  di me, con l’affanno e la bava alla bocca!

Annunci

~ di enricolombardi su ottobre 11, 2009.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: